Capodanno a Malindi

Sono appena reduce da un post dove parlavo di Beppe e dell'errore grossolano che ha fatto il suo blog in riguardo ad un articolo di POLITICO, dunque, non ho problemi a difendere il comico genovese dagli attacchi che vengono dalla rete in riguardo alla sua vacanza a malindi per capodanno 2007.

ognuno è libero di fare quello che vuole, di andare in Kenya, trovare grillo sotto l'ombrellone, fare una foto e metterla sui social, e ognuno che "abita i social media" può divertirsi ad attaccare Grillo su questa cosa, associandolo a Briatore, noto barricadero conosciuto ed adorato dalle masse, quelle dell' Africa subsahariana che adorano le sue ideologiche barricate di teak polinesiano e i suoi fiumi di cristal Aperto a sciabola;

il problema nasce quando queste foto vengono raccolte e sparate nella rete e nel sistema media nazionale dai principali giornali, si dirà, per fare contro propaganda politica al movimento di grillo, io non lo dico, ma per fare un facile veloce e economico click biting sulla rete, si.

Ma veniamo al reato. Grillo è stato ospite del "Lion in the Sun" a Malindi in Kenya per capodanno. Il sito "agoda" (vedi dalla foto qui sotto) ci quota un prezzo pro capite di oltre 250 euro a persona a camera, per una settimana di marzo, ovviamente con formula tutto incluso. Una coppia pagherebbe, come da foto, € 2271,95 tasse incluse per questa struttura, mettiamoci altri 1000 euro per i voli, e arrotondiamo tutto per il supplemento capodanno, facciamo un bel 4000,00 euro a coppia per un capodanno. Queste le cifre del Capodanno in salsa "Briatore", peccato nessun giornale le abbia fornite ai suoi lettori.

Che poi Grillo sia uomo politico e comunque, sulla base di quello che scrive sul blog debba comportarsi in coerenza o che crediate che chi lavora e lavora bene e riesce a guadagnare tanto da potersi permettere una vacanza a Malindi con i soldi suoi, lo lascio alla vostra sensibilità, visto che appunto grazie al Cielo ognuno ha la sua. Magari per qualcuno che legge Grillo ha pure fatto una vacanza da morto di fame.

Poi veniamo alla nota dolente, Briatore; pare strano ai più, ma, sebbene antipatico, l'emulo di Donald Trump , il Flavio nazionale è un imprenditore italiano, dunque il leader di un movimento politico in italia se dovesse andare a Malindi in Kenya (visto che il mare è impraticabile d'inverno e persino il sommo guru non può invertire le stagioni), avrebbe dovuto preferire un villaggio a gestione italiana o meglio a gestione autoctona o inglese?

Al web la risposta, noi intanto attendiamo informazioni sul capodanno di tutti i leader politici italiani...e soprattutto stiamoci attenti, perché molti di loro NON vanno in vacanza, ma lavorano!

Davide Gatto

Post Recenti
Tags: