La Biennale di Salerno

Stamattina ho visitato la sezione della biennale di Salerno che è esposta a palazzo Fruscione, nel centro storico di Salerno. La biennale è alla seconda edizione, e, a mio modesto parere, considerato quello che c'è solitamente in città, vale la pena di essere visitata.

L'ingresso è gratuito, ma il catalogo, che spiega nel dettaglio con una breve biografia dell'autore e una spiegazione e titolo dell'opera. Il Catalogo è in vendita al prezzo di 40 euro, suggerirei, visto che a lato di ogni opera viene scritto soltanto il nome dell'autore, di dare una copia del catalogo in consultazione ai visitatori. Il catalogo è l'unico strumento didascalici disponibile, a mio avviso chi visita la mostra dovrebbe portarlo con se, per comprendere tutte le opere esposte.

Gli autori sono tantissimi, ognuno con una sua opera, è naturale, visto il format dell'esposizione, che tante opere piacciano e tante non piacciano, tra l'altro nonostante una certa linea di divisione per piano della mostra, ma la cosa divertente è che alla fine del vostro giro, potrete votare uno tra gli artisti in concorso che vincerà il premio finale. Anche io mi sono divertito a votare una fotografia di una fotografa che si chiama "De Chiara".

In termini di linguaggio ho trovato divertente e stimolante il terzo piano, li le opere più particolari, belle o brutte che possano sembrare, che usano linguaggi e registri espressivi più aggiornati, magari non sarete d'accordo con me, ma il mio invito è sicuramente di non fermarvi ai primi due piani. Il resto del commento lo lascio al visitatore.

Post Recenti
Tags:

© 2023 by The Artifact. Proudly created with Wix.com