Il Giardino Delle Buone Pratiche (1) il GAS Cipollotti


Grazie ai contributi dei lettori, apriamo una nuova rubrica/sezione del blog, il "Giardino delle buone pratiche".

Effettivamente non è che c'è da divertirsi tanto con l'ambiente e la politica è tutt'altro che entusiasmante. La cultura poi...come sapete oltre ad essere poco divertente, è negativa e spesso noiosa.

E'vero, io sono un ragazzo tremendamente noioso e davvero non so come fate a sopportarmi. Ma non è colpa mia è che i miei interessi sono abbastanza noiosi, o lo sono per il 99% (sta a vedere che adesso faccio parte dell'1%!!!).

Purtroppo i temi sono "pesanti" e spesso non comprensibili, ma ciò non vuol dire che su questi temi si voglia dare un impronta decisamente negativa (le euro palle, cioè finanziamenti non andati in porto, la crisi energetica, l'economia del debito, la decrescita...)

Proprio per questo lanciamo una nuova sezione, "Il Giardino delle buone pratiche", che andrà ad evidenziare tutto quanto funziona o ha funzionato. Segnalateci qui le vostre buone pratiche.

Per iniziare questo percorso, una iniziativa che ci ha incuriosito, uno dei migliori GAS, Gruppi di Acquisto Solidale, gruppi di consumatori che praticano in gruppo l'acquisto di prodotti direttamente dal produttore, saltando intermediazioni commerciali e raggiungendo lo scopo di inquinare meno con i prodotti a Km zero, evitare imballaggi industriali e comprare prodotti derivanti da una coltivazione no OGM free e biologica, effettivamente controllata, al punto che il prezzo di questi prodotti, vista l'artigianalità della lavorazione e la tipologia di coltivazione, non intensiva e senza utilizzo di diserbanti usando la filiera commerciali solita, sarebbe decisamente fuori dalla portata del portafoglio del normale cittadino. Ecco la presentazione del GAS Cipollotti:

"Il nostro GAS nasce a Salerno tre anni fa grazie alla collaborazione tra attivisti dell'agro nocerino sarnese e quelli dello Spazio Sociale autogestito Riff Raff di Pastena. L'idea è nata dal desiderio di dare un'organizzazione logistica efficiente a una pratica di "altra economia" virtuosa come è quella dei gruppi d'acquisto solidali, per far in modo che queste esperienze possano finalmente uscire dalla marginalità nella quale sono relegate, soprattutto al sud, e possano proporsi realmente sullo scenario nazionale con il carico di messaggi politici positivi di cui sono portatrici. Partendo da una critica complessiva al sistema economico e politico dominante, queste esperienze chiedono a gran voce che siano rispettati i diritti dei lavoratori e delle lavoratrici di ogni nazionalità, il diritto alla salute e ad un ambiente sano, il diritto di

ogni comunità di decidere le sorti e le vocazioni agricole del proprio territorio. Il nostro gruppo d'acquisto è animato da queste rivendicazioni e fin da subito ha incrociato il percorso della Rete nazionale Fuori Mercato, di cui fa parte. La rete nazionale Fuori Mercato riunisce piccoli produttori e gruppi d'acquisto solidali che da nord a sud italia condividono la stessa idea di società e si pone come obiettivo quello di creare un circuito logistico alternativo alla grande distribuzione e una rete di solidarietà attiva e mutualistica tra le realtà e le diverse esperienze che si incontrano e si riconoscono in questo lungo cammino appena iniziato. Il nostro Gruppo d'Acquisto attualmente effettua due consegne settimanali, il martedì a Salerno e il giovedì nell'agro nocerino sarnese. A Salerno, oltre le consegne a domicilio, sono attivi tre punti di distribuzione: uno presso lo spazio sociale Riff Raff di Pastena, uno presso la bottega equo-solidale EquAzione alle spalle di Piazza Portanova e un altro presso la parrocchia di Santa Croce a Torrione. Inoltre, effettuiamo consegne a domicilio a Baronissi. I prodotti che consegniamo provengono da aziende che rispettano i cicli stagionali, i naturali tempi di maturazione dei prodotti e i diritti dei lavoratori e delle lavoratrici, a prescindere dalle certificazioni. Crediamo nel rapporto diretto con i produttori, più che alle certificazioni, e organizziamo visite nelle aziende per conoscere da vicino chi ogni giorno lavora duramente per produrre ciò che mangiamo."

ed allora... non c'è altro da fare che contattare "i Cipollotti" attraverso la loro mail:

gascipollotti@gmail.com

Post Recenti
Tags: