Banana

La banana più costosa della storia è stata mangiata l' 8 dicembre del 2019 a Miami dal'artista David Datuna. Era finita appesa al muro di uno stand da un'altro artista, Maurizio Cattelan e venduta ad un collezionista per la fantasmagorica cifra di 120 mila dollari. Non si tratta di una banana tempestata di diamanti e placcata d'oro, come il suo famoso gabinetto, si tratta di una normalissima banana da 0,99 euro al chilo in vendita in tutti gli ingrossi del mondo. La notizia di questo 8 di dicembre ha fatto il giro del mondo e la storia sta continuando di condivisione in condivisione in tutto il web, aiutata dall'ironia dei social. invece della Banana sono stati appiccicati al muro centinaia di prodotti alimentari, fotografati, mangiati. Un gioco che per numeri sta facendo impallidire perfino le famose sardine utilizzate dai ragazzacci di Bologna, tra l'altro genere alimentare leggermente più complesso. Maurizio Cattelan è sempre un passo avanti a noi comuni mortali e con questo semplice gioco "offers insight into how we assign worth" (offre informazioni su come si assegna il valore) ha voluto farsi qualche domanda, oppure farla a noi.

Ma quanto costa davvero una banana? quanto costa o quanto costerà davvero questo prelibato frutto giallo che viene regolarmente mangiato nelle mense di tutte le scuole del mondo occidentale?

Il costo dello sfruttamento dei lavoratori che perdono la vita irrorando insetticidi e veleni nelle piantagioni oppure che lavorano senza mai fermarsi durante la raccolta del prelibato frutto. O forse parla del costo che l'ambiente deve sopportare a ricevere tonnellate di inquinanti emessi dalle navi che trasportano le banane dal sud al nord del mondo. Navi dove lavorano maestranze non tutelate e gestite da armatori spesso senza scrupoli.

O Forse il costo dei morti di fame ai quali è stata sottratta la terra dalle multinazionali che devono occupare i territori con le coltivazioni estensive, non avendo terra buona, (oggi la chiamano land grabbing) sono costretti a morire di fame perchè il terreno che resta non produce abbastanza frutti per le coltivazioni di sussistenza. Forse il costo della banana è un prezzo simbolico, una provocazione di Cattelan che vuole mettere in evidenza le tante persone che grazie al land grabbing sono costrette a lasciare il loro paese e scappare, a costo dela loro vita, altrove. Sarà una banana a farci riflettere in questo Natale del 2019, proprio al cambio del decennio?

Al di là del gioco e della provocazione non vorremmo scoprire che le nostre Banane costano molto più di 120 mila dollari.

Davide Gatto

Post Recenti
Tags:

© 2023 by The Artifact. Proudly created with Wix.com