Turchia: l'appello dell' EUA


Dichiarazione EUA che condanna le dimissioni forzate di 1577 presidi universitari

A seguito del tentativo di colpo di stato di Venerdì in Turchia il settore dell'istruzione, compresa l'istruzione superiore settore, è stato preso di mira, come molti altri settori pubblici.

15.200 personale educativo sono stati sospesi mentre Hurriyet della Turchia riferisce che il Consiglio superiore (YÖK) ha ordinato la dimissioni di tutti i decani da pubbliche e fondazioni universitarie della Turchia, 1176 da Stato università e 401 da fondazioni universitarie.

EUA condanna fermamente e incondizionatamente questo azioni contro università e del personale universitario, ed esprime il suo sostegno sincero per la comunità che esprime il più alto livello educativo in Turchia oggigiorno.

Mentre vi è stato un sostegno globale e unanime per il governo democraticamente eletto di Turchia in reazione al colpo di stato militare, le misure introdotte oggi vanno nella direzione sbagliata. Più che mai la Turchia deve libertà di parola, il dibattito pubblico e aperto, come sostenuto dal suo forte settore universitario, impegnato e riconosciuto a livello internazionale i valori universitari, i principi di libertà accademica, la libera espressione e la libertà di associazione.

EUA invita tutti i governi, università e studiosi europei a parlare contro questa escalation e in favore della democrazia in Turchia, tra cui l'autonomia istituzionale e libertà accademica per studiosi e studenti.

Testo originale:

EUA Statement condemning the forced resignation of 1577 university deans Following Friday's coup attempt in Turkey the education sector, including the higher education sector, has been targeted, as have many other public sectors.

15,200 education staff have been suspended while Turkey's Hurriyet reports that the Higher Education Council (YÖK) has ordered the resignation of all Deans from both Turkey's Public and foundation universities, 1176 from state universities and 401 from Foundation universities.

EUA condemns strongly and unconditionally this action against universities and university staff, and expresses its heartfelt support for the higher education community in Turkey at this time. While there has been global and unanimous support for the democratically elected government of Turkey in reaction to the military coup, the measures introduced to-day go in the wrong direction.

More than ever Turkey needs freedom of speech, public and open debate, as advocated by its strong university sector, committed to internationally recognised university values, the principles of academic freedom, free expression and freedom of association. EUA calls on all European governments, universities and scholars to speak out against these developments and to support democracy in Turkey, including institutional autonomy and academic freedom for scholars and students.

Post Recenti
Tags: